Balestrate, per il porto nuovo stop: parere all’Avvocatura dello Stato

Il porto di Balestrate

BALESTRATE. Ora è ufficiale: la Regione ha chiesto un parere all’Avvocatura dello Stato riguardo all’affidamento della gestione del porticciolo turistico, ancora oggi chiuso ai diportisti e abbandonato a sé stesso nonostante i lavori siano stati completati oramai da più di 6 anni per una spesa complessiva di ben 50 milioni di euro.

L’assessorato regionale al Territorio e Ambiente, tramite il dirigente Gaetano Gullo del Dipartimento Ambiente dove è fermo l’atto concessorio per la gestione dell’area, ha comunicato al sindaco Totò Milazzo di avere richiesto il parere per dipanare i dubbi tecnico-amministrativi legati alle ultime vicende inerenti ai cambi di assetto della società a cui fu affidato il bando per la gestione, la Marina di Balestrate. Un’ulteriore tegola per la comunità che si ritrova con una mega opera pubblica dall’enorme potenziale turistico-economico ancora inutilizzata. C’è però uno spiraglio rispetto agli stop precedenti: il dirigente regionale ha infatti rappresentato la possibilità di avviare la gestione del porto direttamente tramite concessione della gestione al Comune. Dal suo canto il primo cittadino, sotto questo aspetto, aveva già frenato: “Se dovesse essere emesso provvedimento di annullamento della gara, nelle more della nuova aggiudicazione, – sottolinea Milazzo – il Comune di Balestrate è pronto a gestirlo, ma nella formula della sub-concessione, individuando il sub-concessionario con procedura ad evidenza pubblica, fino a quando non ci sarà la definizione della nuova gara”. I dubbi emersi in questa fase sono relativi alla gara per la gestione dell’area, assegnata nel 2008 con bando ad evidenza pubblica per l’appunto alla Marina di Balestrate srl. In sostanza a far frenare l’assessorato sarebbe il cambio degli assetti societari interni alla stessa aggiudicataria. All’interno della Marina srl, nel tempo, sono maturati nuovi assetti e soprattutto furibondi scontri tra soci, sfociati recentemente dalla decisione della minoranza costituita da Villa Igiea e Motomar, che insieme detengono meno del 20 per cento del pacchetto, di vendere la loro proprietà.

Balestrate, per il porto nuovo stop: parere all’Avvocatura dello Stato ultima modifica: 2014-09-05T16:48:23+00:00 da Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *