Alcamo
Comune, caccia agli evasori

evasore

Quasi un milione e mezzo di euro da recuperare dalle tasche degli evasori alcamesi.

Circa 860 mila euro è la previsione del recupero della tassa sui rifiuti, quindi la vecchia Tarsu e la nuova Tares, introdotta lo scorso anno; altri 600 mila euro proverranno invece dalla vecchia Ici, oggi Imu. E’ il piano predisposto dal Comune da portare a termine entro quest’anno attraverso verifiche di banche dati sui contribuenti. L’obiettivo è stato tracciato dal dirigente del Settore Servizi economico-finanziari, Sebastiano Luppino. Almeno sulla carta l’amministrazione comunale non vuole per nulla frenare la caccia a chi non paga le tasse. Per quanto concerne la Tari l’entrata previsionale è pari a 7 milioni e 700 mila euro mentre per ciò che concerne l’Irpef, l’imposta sulle persone fisiche, è stato previsto un calo degli introiti per effetto della crisi. E’ infatti prevedibile un maggior numero di contribuenti licenziati che quindi non raggiungono il minimo imponibile che si attesta agli 8 mila euro. In questo caso l’introito è stimato in poco meno di 2 milioni e mezzo di euro.

Alcamo
Comune, caccia agli evasori
ultima modifica: 2014-09-30T14:01:02+00:00 da Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.