Piano demanio assente a Balestrate, il Comune si “sveglia”

Un tratto di spiaggia con pochi lidi (vg)

BALESTRATE. Il Comune prova a dare finalmente un’accelerata per arrivare all’approvazione del Pudm, il piano di utilizzo del demanio marittimo.

Uno strumento essenziale per un paese come Balestrate dal momento che senza di esso non si può regolamentare la fascia costiera attraverso investimenti in opere pubbliche. In questo momento non si possono nemmeno programmare nuovi spazi attrezzati nelle spiagge, con l’attivazione di nuovi lidi. Pare comunque che finalmente ci possa essere questa svolta: infatti la giunta guidata dal sindaco Totò Milazzo ha affidato l’incarico per la redazione del Pudm all’architetto Leonardo Urbani, che ha predisposto anche il piano regolatore generale il cui incarico si è completato nel 2003.

A lui l’amministrazione comunale ha dato tempo sino al 31 dicembre di quest’anno per completare il Piano e presentarlo quindi al consiglio comunale per l’approvazione definitiva. In realtà l’amministrazione aveva inizialmente incaricato la Direzione Tecnica e Urbanistica del Comune che però ha risposto che “a causa di carichi di lavoro attualmente in itinere non è possibile espletare l’ulteriore impegno della redazione del Pudm in tempi brevi”.

Da qui la necessità di affidare all’esterno l’incarico che non comporterà aggravi di spesa per l’ente: infatti la parcella di Urbani per l’incarico dato a suo tempo per la redazione del Prg non è stato del tutto pagata. Il professionista si è messo a disposizione nella predisposizione del Pudm a patto che venissero accelerati i tempi di pagamento per il suo incarico relativo al Prg.

Piano demanio assente a Balestrate, il Comune si “sveglia” ultima modifica: 2015-07-31T09:45:58+00:00 da Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *