Trappeto dal nuovo volto più turistico: in gestione info point e bike sharing

Trappeto chioschi turisti Gal Golfo Castellammare-2

Si punta forte sul turismo a Trappeto. La prossima estate prenderanno corpo due importanti progetti: uno sulla mobilità sostenibile e l’altro sui punti di informazione. Un paese quindi che sembra uscire fuiori dalla sua vocazione economica storica che è sempre stata quella della pesca e dell’agricoltura.

In primis diventa finalmente realtà il bike sharing a Trappeto. Dopo una serie di rinvii e gare andate deserte il Comune in questi giorni ha affidato la concessione delle postazioni e delle due ruote alla ditta “Il faro” di Trappeto per due anni. La stessa società locale dovrà corrispondere complessivamente 2 mila euro per fruire di questa gestione.

Tutto finanziato dal Gal del Golfo di Castellammare che prevede l’arrivo in paese di 25 biciclette, 5 rastrelliere automatizzate a 5 posti a sostegno e sosta delle biciclette, 150 tessere per usufruire del servizio e 2 totem illustrativi. Con il bike sharing l’obiettivo è incentivare l’uso della bicicletta e l’abbattimento conseguente del traffico veicolare, specie nel centro storico. Secondo quanto stabilito dalla giunta guidata dal sindaco Giuseppe Vitale le tariffe per affittare queste bici variano da un minimo di 50 centesimi, per un’ora di utilizzo di una bici tradizionale (quindi non a pedalata assistita), sino ad un massimo di 7 euro per fruire di una bici a pedalata assistita per tutta la giornata.

Si dovrà anche dare una cauzione di 10 euro che sarà restituita nel momento in cui verrà riconsegnata la bici integra. “Crediamo molto nell’abbattimento anche dell’inquinamento da gas di scarico – precisa il sindaco Giuseppe Vitale – che deve essere un punto di forza per un paese turistico come il nostro. Vogliamo rendere pedonale non solo il lungomare ma anche altre strade del centro storico per favorire la scoperta del nostro bellissimo territorio”.

Sempre alla stessa ditta trappetese sono stati anche affidati i due chioschi per gli info point (nella foto) a supporto dei turisti. In questo caso per il biennio i privati dovranno sborsare 4 mila euro. Pure questa è un’opera finanziata dal Gal Golfo di Castellammare per un investimento di circa 95 mila euro. Nello specifico un chiosco è stato collocato di fronte la chiesa Madre e l’altro nell’area antistante alla scuola elementare del paese.

Ma il centro di informazione turistica, secondo gli obietti prefissati dal Gal, sarà anche volto alla promozione del pescaturismo, dell’ittiturismo, dei musei del mare e dei luoghi di interesse dei borghi marinari, al fine di amplificare l’offerta turistica dei pescatori.

Trappeto dal nuovo volto più turistico: in gestione info point e bike sharing ultima modifica: 2017-01-10T09:34:01+00:00 da Michele Giuliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *