Donna costretta a prostituirsi a Partinico, lo sportello antiviolenza vuole assisterla

sportello antiviolenza Diana Partinico

Lo sportello antiviolenza di recente istituito a Partinico si mette a disposizione per assistere la giovane di 28 anni vittima del suo ex compagno-padrone in questi giorni finito in carcere con le accuse di sequestro di persona, riduzione in schiavitù, induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

E’ quanto si legge dalle pagine del Giornale di Sicilia. Lo sportello, gestito dall’associazione Cotulevi, ha dato la propria disponibilità ad accogliere la ragazza per assisterla non solo nel suo percorso legale, dal momento che la vicenda sarà oggetto di un processo, ma anche psicologico.

La vittima, secondo quanto documentato dai carabinieri, sarebbe stata ridotta in schiavitù dal suo ex compagno di 51 anni, originario delle Marche ma da tempo residente a Partinico, per 6 lunghi anni, dal 2010 al 2016. L’uomo “sistematicamente – è il quadro indiziario degli inquirenti – segregava la compagna all’interno dell’abitazione, chiudendo la porta di ingresso dall’esterno con un lucchetto e sbarrando le finestre con delle tavole di legno fissate con chiodi”.

La 28enne sarebbe stata poi costretta a praticare rapporti sessuali con uno o più uomini, secondo appuntamenti e modalità concordate con i “clienti” dal compagno, spesso all’interno della loro abitazione, ma anche in aree campestri, nonché all’interno di autovetture. Per ogni prestazione sessuale l’uomo incassava 20 euro e qualche volta anche generi alimentari. Quando la donna si sarebbe ribellata volavano anche botte.

I carabinieri hanno ricostruito che in almeno due circostanze documentate la ragazza si recava presso strutture sanitarie della provincia di Palermo per ricevere assistenza: in un’occasione le veniva diagnosticata la frattura del setto nasale; nell’altra, oltre ad un trauma cervicale, le veniva comunicata l’avvenuta interruzione di gravidanza.

Donna costretta a prostituirsi a Partinico, lo sportello antiviolenza vuole assisterla ultima modifica: 2017-03-31T08:45:56+00:00 da Michele Giuliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *