Partinico. La mamma siciliana tragicomica di Vespertino al Teatro Gianì

giani

Domenica 2 aprile al Teatro Gianì è di scena l’umorismo istrionico di Sergio Vespertino che propone uno sei suoi cavalli di battaglia “Fiato di madre”. Lo spettacolo ripercorre la storia di tutti noi, figli di mamme siciliane, facendo affiorare i lati più tragici, ma anche più comici nel rapporto tra figli e mamme “di una volta”. Dai ricordi di bambino, alla prima esperienza con le donne, tutto passa attraverso il filtro affettivo della mamma. “La mamma – sostiene l’attore palermitano – è dispensatrice di cure e tenerezze esagerate. Al punto che non è il caso di disturbarsi ad avere un carattere, perché lei ne ha già pronto uno da imprimerti”. Nel corso dello spettacolo, chi non si ritroverà a ridere di se stesso? E a pensare “É vero! Anche mia mamma..” Accompagnato dal sottofondo musicale per fisarmonica e chitarra di Pier Paolo Petta, Vespertino promette una comicità irresistibile e raffinata. L’artista è da tempo una delle maschere comiche più care al pubblico palermitano. La sua carriera artistica e professionale  comincia nel 1990 come capocomico  del fortunato quartetto cabarettistico dei Treeunquarto, col quale conosce un grande  successo personale. A distanza di dieci anni  dagli esordi abbandona il gruppo, ormai popolarissimo, per dedicarsi all’affinamento della propria  preparazione artistica di attore di teatro. Nel novembre del 2000 conosce Turi Ferro, grande maestro del teatro siciliano. Ha lavorato anche con altri grandi artisti  teatrali come Pippo Spicuzza, Riccardo Garrone, Tuccio Musumeci, Anna Malvica e Pippo Patavina. La sua carriera artistica è un susseguirsi di partecipazioni sia sul piccolo che sul grande schermo. Dal 1990 ha partecipato a diverse serie televisive in Rai e Mediaset:  “La mafia uccide solo d’estate”,  “Squadra antimafia 3” “Il segreto dell’acqua”,“Provenzano”, “il Caravaggio trafugato”. Per la serie il Commissario Montalbano “La vampa di agosto” e “Il gioco delle tre carte”. “Io sono Libero, il coraggio di un uomo che ha reso la Sicilia più libera” ,“Agrodolce”,“Il senso del tatto” “Felicia” e “Rosy Abate”.  Al cinema ha interpretato diversi ruoli nei film “Viola di mare”, “Baaria”, “La mafia uccide solo d’estate”, “Lo scambio”, “Fuori dal coro” e “In guerra per amore”.

Partinico. La mamma siciliana tragicomica di Vespertino al Teatro Gianì ultima modifica: 2017-04-01T17:55:51+00:00 da Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *