Ambientalisti di Alcamo e Castellammare contro la “finta delocalizzazione” della distilleria Bertolino

Eco-nuotata dello Zingaro

Si mobilitano gli ambientalisti nel Golfo di Castellammare contro quella che definiscono la “finta delocalizzazione” della distilleria Bertolino di Partinico che ha già incassato l’ok del consiglio comunale di Partinico a spostarsi in un’area all’esatto confine con Alcamo.

In  cabina di regia la neonata associazione “Ecò” guidata dall’ex leader regionale dei Verdi, oggi esponente di Sinistra italiana, Massimo Fundarò. Gli ambientalisti parlano di rischio di costruzione, con i nuovi impianti accordati alla Bertolino, di un inceneritore ad appena 2 chilometri da Alcamo. Ipotesi da sempre smentita dal sindaco di Partinico Salvo Lo Biundo e dalla sua maggioranza in consiglio comunale che continua a parlare di strumentalizzazione da parte di una certa fazione politica.

Nonostante ciò questo tam tam di voci ha provocato la protesta non solo degli imprenditori turistici della zona in cui dovrebbe delocalizzarsi l’industria ma anche dei sindaci di Alcamo, Castellammare del Golfo, Balestrate, Trappeto ed altri del comprensorio. La giornata organizzata da Ecò si articolerà in due momenti: la mattina una “Econuotata” da Cala Capreria  alla spiaggia di Guidaloca, cinque chilometri di mare che verranno  percorsi da Enzo Favoino, eco-swimmer, che utilizza questo genere di manifestazioni sportive per richiamare l’attenzione sui temi della sostenibilità ambientale.

Sarà accompagnato da una barca appoggio dell’istituto superiore Mattarella- Dolci di Castellammare del Golfo, con a bordo alcuni studenti e docenti della scuola. Nel pomeriggio, lo stesso Favoino, coordinatore scientifico di Zero Waste Europe, sarà uno dei relatori del convegno “Sì al riciclo, No agli inceneritori” che si svolgerà ad Alcamo alle 17, al Centro Congressi Marconi, insieme a Mimmo Fontana, della Direzione nazionale di Legambiente ed assessore all’Ambiente del Comune di Agrigento.

Saranno presenti, fra gli altri, i rappresentanti del Comitato “Liberi da ogni inquinamento”, spontaneamente costituitosi fra cittadini e imprenditori per sventare la costruzione dell’inceneritore.

Ambientalisti di Alcamo e Castellammare contro la “finta delocalizzazione” della distilleria Bertolino ultima modifica: 2017-04-26T19:16:18+00:00 da Michele Giuliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.