Il sindaco di Partinico non si dimette più: il Pd lo scarica e lui fa marcia indietro?

Il sindaco di Partinico Salvo Lo Biundo

Il sindaco di Partinico Salvo Lo Biundo (nella foto) domani revocherà le dimissioni presentate lo scorso 8 aprile. O almeno è quello che oggi ha annunciato in uno stringato comunicato preannunciando la convocazione domani stesso di una conferenza stampa alle 11,30 per illustrare i motivi della sua scelta.

Dunque, a meno di “colpi di teatro” dell’ultima ora, Lo Biundo resterà sindaco per un altro anno completando quindi il suo mandato politico-amministrativo nel maggio del 2018, dopo la rielezione nel 2013. La decisione di non dimettersi era già nell’aria più che altro perché sostanzialmente i vertici del Partito Democratico lo avevano chiaramente scaricato.

In particolare la sua area vicina al deputato regionale Antonello Cracolici gli ha chiuso le porte per un suo appoggio alle prossime elezioni per la conquista di uno scranno a Sala d’Ercole, ambizione che aveva spinto il sindaco a presentare le dimissioni lo scorso 8 aprile. In questi 20 giorni, però, sono maturati in tutta evidenza situazioni politiche sfavorevoli per la candidatura di Lo Biundo: rumors sostengono che Cracolici e la sua area in questa zona del palermitano sosterranno alle regionali Antonio Rubino, responsabile organizzativo siciliano del Pd e delfino dello stesso parlamentare.

Fiutando quindi l’impossibilità a farsi eleggere all’Ars senza l’appoggio dell’assessore regionale, Lo Biundo ha dunque fatto marcia indietro. Eppure sino a ieri sera lo stesso sindaco avrebbe confidato alla sua coalizione l’intenzione di volersi dimettere per tentare lo stesso la competizione elettorale delle regionali. Al netto di soprese dell’ultima ora, però, che non sono per nulla scontate.

Il sindaco di Partinico non si dimette più: il Pd lo scarica e lui fa marcia indietro? ultima modifica: 2017-04-27T13:43:04+00:00 da Michele Giuliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.