Borgetto, ancora senza farmacie di notte

farmacia (1)

A Borgetto godono di ottima salute e non hanno bisogno di una farmacia aperta di notte. Sarà stato questo il ragionamento dell’Asp che ha soppresso il turno di notte nelle due farmacie del paese? Di sicuro i cittadini non hanno gradito una decisione che da 15 giorni sta provocando non pochi disagi in paese. Chi ha bisogno di un farmaco urgente di notte deve correre a Partinico. Un provvedimento così non si era mai visto. Eppure le farmacie svolgono un servizio pubblico. Una legge delle Regione Siciliana stabilisce che durante le ore notturne, di qualsiasi giorno feriale e festivo, il servizio farmaceutico deve essere assicurato nei Comuni fino a 50 mila abitanti e con più di una farmacia. Qualcuno tira in ballo l’ex Sindaco Gioacchino De Luca. Sarebbe sua la relazione che avrebbe portato l’Azienda Sanitaria Provinciale a firmare il provvedimento. In effetti, i turni di servizio settimanale, diurni, notturni, festivi delle farmacie di qualsiasi Comune sono stabiliti dall’Azienda sanitaria provinciale, su proposta dell’Ordine provinciale dei farmacisti, sentiti i sindaci dei Comuni interessati. Sorprende non poco, come, a dispetto delle leggi vigenti, questi organismi abbiano potuto concorrere a decisioni che sopprimono il servizio farmaceutico notturno in un paese come Borgetto che ha 7 mila abitanti. Ora i cittadini si affidano al Commissario straordinario del Comune di Borgetto perché faccia tornare sui suoi passi l’Asp e ripristinare il servizio.

Borgetto, ancora senza farmacie di notte ultima modifica: 2017-07-31T15:04:07+00:00 da Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.